DETRAZIONI FISCALI

SCOPRI TUTTI I VANTAGGI FISCALI RISERVATI A TE

Rinnova la sicurezza nella tua azienda.

REGOLAMENTAZIONE DETRAZIONI FISCALI

La detrazione è stata stabilita dalla Finanziaria del 2007 e, con l’approvazione della Legge di Stabilità 2017, è stata prorogata fino al 31 Dicembre 2017.

La percentuale diverrà del 36 % per i pagamenti effettuati dal 1° Gennaio 2018.

COME È POSSIBILE OTTENERE LE DETRAZIONI?

  • L’intervento deve raffigurarsi come una sostituzione o modifica di elementi già esistenti e non come una nuova installazione.
  • L’intervento deve fornire un valore di trasmittanza termica inferiore o uguale al valore di trasmittanza limite raffigurato nella tabella 2 del D.M. 26 Gennaio 2010

N.B. Nel caso in cui, l’intervento sia una sostituzione di lucernari già esistenti e con trasmittanza termica conforme alla tabella 2, la detrazione sarà concessa qualora l’indice di trasmittanza si riduca ulteriormente e dovrà essere presentata una documentazione attestante la trasmittanza termica originaria del lucernario su cui si interviene al fine di migliorarne le prestazioni energetiche.

L’ATTESTAZIONE DEL VALORE DI TRASMITTANZA TERMICA

Avviene tramite documentazione fornita dalla Energy Saving Lucernari che attesti il rispetto dei requisiti di trasmittanza termica secondo la normativa vigente.

CHI NE HA DIRITTO?

Possono usufruire della detrazione i contribuenti che sostengono le spese per gli interventi di riqualificazione energetica e che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto d’intervento. Ad esempio:

  • Le persone fisiche (possono usufruire della detrazione anche i familiari, conviventi e coinquilini del proprietario dell’immobile a patto che sostengano le spese per la riqualificazione energetica e che fatture e bonifici risultino intestati a loro)
  • I titolari di reddito d’impresa (es. società di capitali, persone fisiche, società di persone)
  • Gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale
  • Gli Istituti autonomi per le case popolari

N.B. I titolari di reddito d’impresa possono usufruire della detrazione solo in caso di fabbricati strumentali utilizzati nell’esercizio dell’attività imprenditoriale, escludendo dalla detrazione interventi di riqualificazione realizzati da imprese immobiliari su immobili detti ‘’merce’’.

Anche nel caso in cui il contribuente finanzi le spese di riqualificazione energetica mediante un contratto di leasing, ha diritto alla detrazione, che viene calcolata sul costo sostenuto dalla società di leasing.

ADEMPIMENTI NECESSARI DEL CLIENTE

Entro 90 giorni dalla fine dei lavori è necessario trasmettere ad ENEA la documentazione necessaria per usufruire della detrazione. Ciò deve avvenire per via telematica tramite l’apposito portale, dove viene inoltre spiegata con esattezza la documentazione necessaria a seconda del tipo di intervento.

N.B. La data di fine lavori, nel caso in cui non vi sia un procedimento amministrativo che ne comporti comunicazione agli enti interessati, coincide con la data del collaudo delle opere o con la data della dichiarazione di conformità.

Nel caso di reddito d’impresa, vige invece il principio di ‘’competenza’’, si considera dunque la data in cui sono terminate le prestazioni e, per i beni mobili, la data di consegna o spedizione.

MODALITA’ DI PAGAMENTO

  • I contribuenti, non titolari di reddito d’impresa, devono effettuare il pagamento tramite bonifico bancario o postale e, nella causale, si deve riportare il riferimento al regime di detrazione applicato;
  • I contribuenti, titolari di reddito d’impresa, non sono soggetti all’obbligo di pagamento mediante bonifico bancario o postale ed è stato eliminato inoltre, l’obbligo di indicare separatamente il costo della manodopera in fattura.

N.B. Se il pagamento avviene tramite bonifico, la banca o la società Poste Italiane S.p.a. applicano una ritenuta d’acconto dell’8 %.

L’IMPORTO DELLA DETRAZIONE

Nei casi che interessano i lucernari la detrazione ammonta al 65 % delle spese ammissibili, poste in misura massima per un valore di 60’000,00 € (corrispondenti a 92’307.69 € di spesa totale).

Viene erogata in 10 quote annuali di pari importo.